NUOVA ECONOMIA – VECCHIA EDUCAZIONE Cambiare per crescere

creativescape
Read Time2 Minute, 57 Second



Ken Robinson (http://goo.gl/exKo6Y) è un riconosciuto guru mondiale nel campo dell’educazione e dello sviluppo delle capacità individuali. Ha lavorato per governi, agenzie internazionali, grandi corporation e per i maggiori enti culturali e no profit. Vive a Los Angeles con la moglie Terry e i loro due figli.

«Il pensiero divergente non è sinonimo di creatività. Io definisco la creatività come il processo che genera idee originali che hanno un valore. Il pensiero divergente è comunque una capacità essenziale per la creatività: è l’abilità di vedere molteplici risposte a una domanda. Insegniamo ai nostri figli a pensare lateralmente»

La scuola? Dobbiamo cambiare tutto. Un pedagogista molto creativo e fuori dagli schemi, getta i principi base del manifesto per un nuovo sistema educativo.

Come dovrebbe essere la scuola di domani? Il quesito, alla base del numero di settembre, Wired lo ha posto a Sir Ken Robinson.

Non fatevi ingannare da quel «sir» che potrebbe evocare la figura di un vecchio accademico prigioniero di biblioteche e antichi precetti. Robinson è l’esatto contrario. Presenza fissa al TED (le sue videoconferenze sono state viste in rete più di 7 milioni di volte), le sue idee sulla creatività e il «pensiero divergente» alla base di un nuovo sistema educativo, hanno fatto il giro del mondo.

Su Wired trovate la trascrizione di un discorso che ha scritto per la Rsa, organizzazione che si impegna a cercare nuove soluzioni per il progresso e la ricerca. Cliccando il video in basso, potete ascoltare le parole di Sir Ken Robinson.

La premessa alla tesi di Robinson è molto semplice: la scuola di oggi è una scuola antica, concepita «nel clima culturale e intellettuale dell’Illuminismo e nelle circostanze economiche della prima rivoluzione industriale».

La prova è che le scuole sono ancora organizzate sul modello della linea di produzione, come in una fabbrica. «Ci sono le campanelle, delle strutture separate, gli alunni si specializzano in materie diverse. Educhiamo ancora i bambini per annate: li inseriamo nel sistema raggruppandoli per età». La scuola, quindi, è come una catena di montaggio da cui possono uscire solo due tipi di prodotti: studiosi e svogliati.

Si tratta di un sistema educativo non al passo con i tempi, secondo Robinson. Non un tempo in cui, su bambini e adolescenti, convergono le informazioni passate da Internet, dai telefonini e dalla tv.

Ma allora, qual è il tipo di educazione adatta alla nostra epoca? Robinson prende in causa il » pensiero laterale», espressione coniata dallo psicologo maltese Edward De Bono che indica una capacità di risolvere i problemi in modo creativo e da diverse prospettive. Robinson cita l’esempio della graffetta: quanti modi ti vengono in mente per usarne una? «La maggior parte di noi ne trova 10-15. Quelli più bravi ne trovano anche 200. E li trovano facendo domande del tipo: ‘La graffetta potrebbe essere alta 60 metri e fatta di gommapiuma?'».

La cosa tragica è che i bambini sono più portati a vedere le cose lateralmente — e quindi a fare più domande e a trovare più soluzioni — di quanto lo siano gli adulti. Questo non perché la crescita porti per forza di cose a una chiusura mentale, ma perché i luoghi in cui i bambini crescono invece di sviluppare e articolare il loro pensiero, lo standardizzano. «Il problema cruciale», sostiene Sir Ken Robinson, «risiede nella cultura delle nostre istituzioni, nel clima che vi si respira e nelle abitudini che hanno consolidato».
Ti interessa acquisire competenze professionali utili nella nuova economia? Vorresti valutare nuove prospettive di realizzazione professionale? Scrivici.
palaciosbresciani@gmail.com

Fuente

0 0
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleppy
Sleppy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Next Post

Jugando Aprendo taller de sensibilización para padres de familia en Puente Piedra

Facebook Twitter LinkedIn Google+ StumbleUpon Pinterest Shares Jugando Aprendo Taller de sensibilización para padres de familia IEI 606 – Puente Piedra, ubicado en Asociación de Vivienda Chillón Mza Q Lote 35, 5ta Etapa Puente Piedra (Km 23 Panamericana Norte), Lima. Proyecto: Vamos, vamos dramaticuentos llegó. Taller realizado el jueves 20/10/2011. […]

Subscribe US Now

Pin It on Pinterest

A %d blogueros les gusta esto: